ᐅ Il miglior vogatore: la nostra opinione nel 2022!

Panoramica della migliore recensione del vogatore nel 2022: confronto e consigli per l’acquisto

Stai cercando il miglior vogatore?

Abbiamo trovato sei vogatori eccellenti, e tutti tranne uno forniscono un lavoro corretto, uniforme e benefico su tutto il corpo. L’elemento stesso della resistenza – aria o acqua – ha senza dubbio il maggiore impatto sulla sensazione di guida. In questo top scoprirete quale è il miglior vogatore.

Se sei interessato a usare un vogatore per un allenamento mirato – che sia per il canottaggio all’aperto, per una competizione indoor o come parte di un programma di fitness più ampio – vorrai la resistenza dell’aria. Il Concept 2 D (£900) è l’opzione professionale, con livelli di intensità standardizzatiÈ così semplice che può essere assemblato in 20 minuti con circa quattro viti. È così semplice che può essere assemblato in 20 minuti con circa quattro viti, ma è incrollabilmente robusto e offre una forza prevedibile, non importa quanto duramente si rema. Questa affidabilità è importante per gli allenamenti lunghi o per misurare i record personali.

Se sei attratto dai vogatori per il divertimento (oltre all’efficacia dell’allenamento cardio-forza) di una sessione di voga, la resistenza all’acqua ti farà tornare a cercarne altre. Il serbatoio dell’acqua che spruzza crea una colonna sonora rilassante per il vostro allenamento, nonché un trascinamento concentrato, rendendo l’esperienza di guida coinvolgente e stimolante. Il WaterRower Classic interamente in legno (1495€) è il massimo dell’equilibrio. Un allenamento di resistenza in acqua è meglio per obiettivi di canottaggio che sono più casuali che competitivi, poiché lo sforzo costante è più difficile da raggiungere, e l’unico modo per cambiare la resistenza è regolare manualmente il volume dell’acqua, ma è veramente una macchina squisita.

I vogatori ad aria e ad acqua tendono a propendere per il prezzo, ma gli utenti esperti sostengono che sono un allenamento superiore e un investimento a vita rispetto ai modelli di resistenza meccanica inferiori. Questi prodotti durevoli sono quasi impossibili da smontare, facili da conservare e possono semplicemente fornire il perfetto allenamento totale del corpo.

Ecco i primi 3 canottieri nel 2022:

Come abbiamo trovato il miglior vogatore?

Nel mondo del canottaggio professionale, i vogatori indoor (alias ergometri) hanno una funzione specifica: permettono allenamento individuale fuori stagione. Ma gli stessi elementi che rendono il vogatore un eccellente allenamento fuori stagione per i professionisti lo rendono anche un eccellente allenamento per tutta la stagione per l’allenatore domestico.

Quando abbiamo chiesto a un esperto di canottaggio la sua opinione su cosa rende un ottimo vogatore indoor, ci aspettavamo di saperne di più sui benefici dei diversi tipi di vogatori. Invece ci ha detto: “Non vi farò perdere tempo. C’è una macchina che è superiore a tutte le altre: Concetto 2.”

Concetto 2 prodotto il vogatore più venduto al mondo il concetto 2 D. Ma volevamo sapere: Bisogna essere un atleta per godersi un Concept 2? Secondo il nostro esperto, “Assolutamente no. È un vogatore per persone normali.

Con il supporto di due rinomati allenatori (più un membro della squadra olimpica di canottaggio 2016), sapevamo che il Concept 2 doveva essere una macchina eccezionale. Ma anche se i nostri esperti erano irremovibili sulla sua qualità, non potevano dirci gli elementi specifici di design o di costruzione che lo rendevano così migliore della concorrenza. Così abbiamo scavato nelle statistiche del prodotto, nel tentativo di scoprire altre macchine meno conosciute con caratteristiche simili che potrebbero competere con il Golia del mercato dei vogatori.

Abbiamo analizzato il design del Concept 2 e cercato altre macchine con caratteristiche simili.

L’ingegneria del Concept 2 è semplice: un soffiatore d’aria regolabile (che permette di variare abbastanza la resistenza per simulare i diversi pesi della barca e dell’equipaggio), un sedile e una maniglia ergonomici, un corpo robusto ma portatile, una guida interamente in metallo e, infine, un semplice display alimentato a batteria che mostra le caratteristiche essenziali (distanza, tempo, ritmo, calorie, watt). Ma è l’elemento di resistenza che è più importante.

Un vogatore combina l’allenamento cardiovascolare a basso impatto e l’allenamento della forza in un unico allenamento, e questa miscela unica di aerobica e anaerobica è meglio realizzata con la resistenza dell’aria o dell’acqua. La resistenza dell’aria e dell’acqua alla forza esterna non è così potente come quella forza. Questa intensità simbiotica provoca delle fluttuazioni, il che vi costringe a per ricalibrare lo sforzo con ogni riga. Il nostro esperto ha spiegato che creare il proprio slancio “si traduce in un allenamento più intenso che si traduce in un metabolismo a zig zag”. Queste esplosioni di energia che iniziano con ogni corsa aumentano la combustione delle calorie e la mantengono, anche dopo la fine dell’allenamento.

Ci sono altri due tipi di resistenza del vogatore idraulico e magnetico, ma i nostri esperti ci hanno allontanato da loro. Anche se sono generalmente più economici, né la resistenza idraulica né quella magnetica permettono ai vogatori di ottenere il massimo dal loro fitness separando l’intensità dello sforzo dallo sforzo. Gli esperti che abbiamo consultato hanno sottolineato l’importanza di lavorare contro la resistenza che si crea, non solo di sopportarla.

I benefici dei vogatori a motore lasciano la resistenza magnetica o idraulica nella loro scia. La nostra ricerca ha dimostrato che questo non è solo un allenamento superiore, ma anche una guida più sicura. Dato che il canottaggio può facilmente causare lesioni alla schiena, è utile avere un tipo di resistenza che abbia una funzione e una sensazione che corrisponda direttamente alla tua tecnica.

Anche se nessun esperto ha raccomandato i vogatori ad acqua con lo stesso livello di entusiasmo dell’aria, non siamo riusciti a trovare un motivo per cui la resistenza dell’acqua dovrebbe essere squalificata, sia in termini di qualità dell’allenamento che di sicurezza dell’utente. Un confronto di biomeccanica sportiva del 2006 tra il Concept 2 e il WaterRower mostra che forniscono più o meno la stessa attività muscolare che abbiamo potuto perseguire con la resistenza dell’aria. Così, quando abbiamo lanciato un’ampia rete di vogatori che potevano rivendicare le stesse statistiche del Concept 2, abbiamo incluso i vogatori in acqua nella nostra ricerca. Anche se non soddisfacevano le strette esigenze dei canottieri competitivi, soddisfacevano i nostri requisiti di sicurezza ed efficienza.

Le seguenti sono le caratteristiche che abbiamo cercato, in ordine di importanza:

Una resistenza morbida che dipende principalmente da te. La resistenza variabile non solo simula il fattore acqua dello sport all’aperto, ma fornisce anche un allenamento migliore grazie all’azione muscolare esplosiva che richiede. Questo movimento dinamico, alimentato dal corpo, è il più grande beneficio dell’esercizio di un vogatore, quindi il tipo di resistenza era di gran lunga la cosa più importante che abbiamo considerato.

Lire aussi  ᐅ Il miglior tappetino da palestra del [year]!

Ergonomico per il corpo umanoRegolabile per il tuo corpo. Un sedile modellato e imbottito rende sopportabili le lunghe sessioni di canottaggio. Le maniglie easy-grip fanno lo stesso. Abbiamo tenuto d’occhio entrambi e avevamo bisogno di pedali e cinghie regolabili.

Un monitor alimentato a batteria che fornisce informazioni utili e di facile lettura. L’unica parte meccanica di un vogatore ad aria o ad acqua – il monitor – ti aiuta a monitorare la tua potenza. Abbiamo cercato dei monitor che forniscano una gamma completa di misurazioni utili, come le corse al minuto e la distanza di 500 metri.

Dura tutta la vita. Il design semplificato di un vogatore dovrebbe richiedere una manutenzione minima, ma volevamo anche una garanzia abbastanza lunga per scoprire eventuali difetti di fabbricazione – un minimo di due anni per le parti. Qualsiasi cosa più corta di quella ci farebbe mettere in dubbio la qualità della costruzione.

Facile da conservare. Sappiamo che un vogatore può essere un pezzo ingombrante di attrezzatura, quindi abbiamo cercato vogatori che possono essere conservati verticalmente o divisi in due parti con facilità.

Va notato che questi standard sono soddisfatti solo da ergometri di alta qualità, e hanno prezzi elevati. Abbiamo scoperto che un vogatore sicuro ed efficace richiede una macchina di qualitàe tutti gli aggiustamenti strutturali che lo rendono più economico lo rendono anche instabile. Se spendere 1.000 sterline per un vogatore è semplicemente fuori dalla tua fascia di prezzo, la tua migliore opzione potrebbe essere quella di optare per un altro tipo di macchina. Ci sono buone ellittiche e cyclette economiche che possono fornire buoni allenamenti a un prezzo più ragionevole. Ma vale la pena ripeterlo: I vogatori che raccomandiamo sono universalmente considerati come macchine a vitaoffrendo una qualità duratura e unità imbattibili con una manutenzione minima. È un investimento con un ritorno sull’investimento.

Esplorando il mercato con questi desideri in mente, abbiamo trovato sei modelli promettenti da un mercato di circa 200.

Abbiamo testato 6 ergometri top, quasi identici sulla carta, per trovare quello che offre la migliore esperienza di allenamento.

Il nostro esperto ci ha detto che era “palesemente assurdo” che i non rematori esaminassero i rematori. Così, prima che il nostro gruppo scelto di vogatori arrivasse in ufficio, abbiamo iniziato ad affinare le nostre abilità pratiche e a ricevere una formazione sulla tecnica corretta, desiderosi di conoscere gli ergometri dal casual all’essenziale. Leggiamo sul corretto allineamento, guardato tutorial e arruolato l’aiuto di allenatori per monitorare la nostra pratica nella palestra locale. Quando sono arrivate le macchine, eravamo pronti a tracciare i nostri tempi intermedi e la velocità di corsa su linee di distanza prestabilite.

Ed è esattamente quello che abbiamo fatto. Abbiamo iniziato a farci un’idea della qualità di guida di ogni modello con sessioni di allenamento a distanza. Abbiamo prestato attenzione a la scorrevolezza della cinghia mentre entra ed escela sensazione di scivolamento del sedile lungo le rotaie e il rapporto tra lo sforzo umano e la forza della macchina su ogni modello.

Poiché questo è il rapporto in cui eccellono la resistenza dell’aria e dell’acqua, abbiamo mantenuto gli ergometri ad un alto livello di intensità regolare e uniforme che si avvicina alla potenza erogata senza creare “punti morti” – momenti in cui la puleggia si allenta.

Abbiamo confrontato tutti gli elementi di design che hanno un impatto sulla sensazione della corsa, dal tipo di resistenza al materiale della corda.

L’esperienza complessiva del canottaggio include la puleggia, il sedile e, naturalmente, la resistenza. L’aria e l’acqua hanno qualità molto distinte, il che le rende impossibili da paragonare ma interessanti da contrastare: Il primo colpo di un vogatore ad aria incontra una tonnellata di resistenza, ma ogni colpo del vogatore accumula slancio nella ventola, complicando il vostro sforzo. Quando si smette di remare, si può sentire la ventola continuare a vorticare.

Un deflettore d’acqua non è così difficile, ma perde anche energia molto più velocemente. Queste qualità si riferiscono a quelli che noi suggeriamo essere i migliori casi d’uso per l’aria e l’acqua. L’aria immagazzina l’inerzia e questo alimenta il tuo sforzo intenso e costante durante un allenamento orientato all’obiettivo. La lentezza dell’acqua rende l’esercizio più impegnativo, ma meno capace di sostenere la costanza. La sensazione di guida è fantastica, ma non efficace.

Taratura della resistenza

Il volume d’aria o d’acqua che si muove contro i deflettori – le pale del ventilatore d’aria o le pale del serbatoio d’acqua – simula il peso di una barca e dell’equipaggio. Per giudicare equamente tutti i vogatori, era necessario assicurarsi che il “peso” fosse comparabile. Abbiamo imparato dai canottieri professionisti a rimanere nella gamma di shock 3-4 sul Concept 2, e abbiamo fatto di questo livello medio-basso il nostro standard per la forza in tutti i tipi di forza. Abbiamo verificato le nostre stime misurando lo sforzo percepito mantenendo 24 colpi al minuto.

Oltre al tipo di resistenza, abbiamo scoperto che l’arbitro numero uno della sensazione di guida è la qualità della corda. Gli ergometri ad acqua tendono ad usare corde di nylon, mentre gli ergometri ad aria hanno catene di metallo – un fattore di durata che avevamo previsto favorisse l’aria. Ma mentre i tre vogatori d’acqua hanno superato la nostra aspettativa di colpi lisci e ad alta tensione, perfezionare la catena sembra essere più difficile. Il Concept 2 tira bene, con solo un leggero rimbombo, ma la catena di triturazione rimbalzante dello Slider Dynamic era incredibilmente rumorosa, un po’ come un fruscio furioso. Come per il nylon, il cavo del WaterRowers, in particolare, si avvolge e si srotola come seta elastica – nessun allentamento, nessun rumore, nessun impuntamento, solo una tensione perfettamente uniforme per tutta la corsa.

Nonostante le differenze di design, la maggior parte delle maniglie danno gli stessi calli. Una caratteristica che ci aspettavamo avesse un impatto – una maniglia che forma una curva verso il basso piuttosto che una linea retta – non si è comportata bene con i nostri tester. È difficile mantenere un’altezza naturale del gomito durante la corsa. Curve leggere come quelle del Concept 2 sono impercettibili, ma una curva sostanziale come “First Degree Fitness” ha ottenuto un punteggio basso.

La maggior parte dei nostri ergometri offre un canottaggio di prima classe. Un’eccezione: lo Slider Dynamic. Questo è l’unico vogatore che abbiamo guardato che ha una testa galleggiante, un tipo di design relativamente di nicchia in cui la parte anteriore della macchina, il soffiatore d’aria, è in movimento piuttosto che il sedile. Ma lo Slider Dynamic raddoppia come un sedile mobile e una testa mobile, che ha dimostrato di avere troppi punti di movimento per il comfort. Avevamo letto uno studio avvincente su come una testa galleggiante rende un vogatore un po’ più ergonomico, ma la nostra esperienza con questa iterazione puntava nella direzione opposta. “Questa è la prima macchina che mi fa male alle ginocchia”, si è lamentato un tester. Un altro ha detto: “Ero sicuro che sarei volato via o avrei perso un’appendice”.

Lire aussi  ᐅ La migliore stazione di pesi del [year]!

Abbiamo esaminato l’utilità e la chiarezza dei display.

Il display di un vogatore non ha un impatto maggiore sul tuo allenamento di quello che ha il tuo fitness tracker. Non potendo controllare l’intensità, la programmazione è tutta una questione di misurazione. Essenzialmente dei timer glorificati, permettono di impostare distanza, calorie, tempo, obiettivi di frequenza cardiaca. Poiché queste caratteristiche sono in gran parte universali, la cosa più importante è la chiarezza del display.

Il miglior contrasto tra i numeri e il display retroilluminato, con numeri nitidi e lisci ben distanziati per una chiara lettura. I display del Concept 2 e del WaterRower erano chiari e facili da leggere. Quello di First Degree Fitness, tuttavia, aveva uno schermo scuro e numeri pixelati che erano difficili da individuare a colpo d’occhio. Ci è piaciuto anche il fatto che i display di Concept 2 e WaterRower avanzassero il numero di metri in semplici numeri interi, mentre FDF accreditava 3-7 metri per corsa e ci lasciava all’oscuro di come calcolasse questa distanza. L’unico display che non ha lampeggiato alla vita quando abbiamo iniziato a remare (piuttosto che richiedere un avvio manuale) appare sull’impopolare Slider Dynamic.

Abbiamo controllato quanto facilmente potevamo regolare parametri come la resistenza e la posizione del piede.

La facilità di regolazione della resistenza si applica principalmente all’aria. I vogatori ad aria sono dotati di leve rotanti quasi identiche che possono essere spostate con un dito. Tra i vogatori ad acqua, solo il First Degree Fitness offre resistenza variabile senza tirare un secchioma il quadrante che controlla le camere d’acqua è anche situato molto in avanti, rendendo quasi impossibili le regolazioni a metà corsa. Il monitor ha una funzione di regolazione della resistenza, ma non abbiamo avuto fortuna nel farla funzionare.

Una regolazione che tutti i vogatori condividono: i pedali. I cuscini scorrevoli possono essere spostati su e giù sul poggiapiedi inclinato. Le fibbie Ladderlock stringono una cinghia sulla pianta del piede. Preferiamo i poggiapiedi come quelli del Concept 2 con pioli visibili, al contrario di quelli del WaterRower che richiedono un po’ di congetture. Ci piace anche una cintura separata per ogni piede, piuttosto che dover capire quanto lasco è necessario per inserire due piedi alla volta. Concept 2 e First Degree Fitness ce l’hanno reso facile con l’infilaggio individuale, ma il WaterRower sembrava un lavoro sgradito finché non ci siamo abituati.

Ci siamo assicurati che fossero facili da spostare e conservare.

Molte macchine per l’esercizio sostengono di essere portatili, ma la maggior parte sono troppo grandi e ingombranti per nascondersi davvero. I vogatori possono davvero essere riposti facilmente, basta assicurarsi che il sedile scorrevole sia già completamente spostato in avanti. Anche i vogatori ad acqua possono essere messi in posizione verticale: una volta ne abbiamo accidentalmente fatto rotolare uno con il serbatoio dell’acqua non intasato e ancora non abbiamo versato una goccia d’acqua.

La Concept 2 E era un po’ più difficile da manovrare rispetto al resto a causa delle sue dimensioni maggiori, ma l’unico vero dolore era – avete indovinato – il Dynamic Slider. Il manuale suggerisce che è possibile bloccare le parti mobili per consentire il trasporto, ma non siamo riusciti a trovare questo blocco da nessuna parte. Aprirlo e farlo oscillare era fastidioso e un po’ pericoloso.

Il miglior vogatore per l’allenamento

Quando abbiamo comunicato con canottieri professionisti e allenatori di Divisione 1, abbiamo sentito un ritornello costante: Concept 2 è l’unico vogatore serio sul mercato. L’allenatore Boris non ha usato mezzi termini: “È davvero incredibile. Praticamente indistruttibile. Ne abbiamo circa 100 nella nostra rimessa e vengono utilizzati per quattro o sei ore al giorno”. I concetti 2 sono abbastanza robusto per un uso quasi costante e abbiamo sentito questa instancabile affidabilità in azione, a partire dal modo in cui rispondono allo sforzo degli utenti.

Non importa quanta resistenza impostiamo o quanta potenza applichiamo, la macchina rimane forte e centrata. Abbiamo aumentato l’intensità per gli sprint di 2000m e abbiamo scoperto che il Concept 2 supporta lo sforzo costante in un modo che la resistenza dell’acqua non può. La macchina aiuta a mantenere l’intensità costante, poiché immagazzina l’energia rimanente nel volano.

Ma il canottaggio sul Concept 2 non differisce solo dalla resistenza all’acqua. I tester avevano molto da dire sul rimbalzo e sull’azione della catena di macinazione sullo Slider Dynamic (l’unico altro vogatore ad aria che abbiamo considerato), ma i commenti sulla sensazione dei due Concept 2 sono stati notevolmente brevi. Come ha detto un tester, “Non è notevole perché è buono”, lasciandoti libero di concentrarti sullo sforzo che metti nel tuo allenamento.

Le sue caratteristiche semplici nascondono una guida che è allo stesso tempo incisiva e senza sforzo. La fila liscia e quasi silenziosa è resa possibile da un binario levigato e da una catena costantemente tesa. La ventola crea un vento notevole, ma anche ad alta velocità il suono è facile da staccare come l’aria condizionata o il rumore bianco.

Anche il concetto 2 è standardizzato. Mentre le variabili come l’umidità possono avere effetti modesti sul volano, tutti i modelli funzionano esattamente allo stesso modo. Questo è il motivo per cui vengono utilizzati per confrontare i vogatori competitivi fuori dall’acqua. Abbiamo notato alcuni altri vantaggi della coerenza del concetto 2:

In primo luogo, i pedali si adattano a livelli numerati con posizionamento facile, rendendo facile conoscere la posizione ideale del tuo piede e ritornarci rapidamente, nel caso in cui qualcun altro abbia cambiato la posizione. E i livelli di resistenza prevedibili ti permettono di abbinare con precisione i tuoi allenamenti ai programmi di fitness online e di tracciare i tuoi progressi in modo traslabile.

Per quanto riguarda l’intercambiabilità del Concept 2, i modelli D o E sono essenzialmente la stessa macchina. Quando si parla di uno, si parla di entrambi. La E è solo 3 kg più pesante, ma è fatta di materiale più resistente – ciò che è plastica sul modello D è alluminio sul modello E, e ciò che è alluminio sul modello D è acciaio saldato sul modello E. Le uniche variazioni degne di nota sono l’altezza del sedile e la posizione dello schermo.

Il sedile del modello E è più alto di 15 cm. E mentre il monitor Modello D si trova su un braccio regolabile, il monitor Modello E si trova su un metallo non piegato. Queste poche differenze tecniche non hanno alcun impatto sull’esperienza di guida. Raccomandiamo il più economico Model D a 200 euro come un acquisto migliore, ma il Concept 2 E piacerà a chiunque apprezzi un punto di ingresso più alto.

Lire aussi  ᐅ La migliore cyclette del [year]!

La migliore esperienza di canottaggio

Il WaterRowers combina una densità resistente ai liquidi con dimensioni confortevoli e un sedile scorrevole, insieme aiutano l’utente a cadere in una cadenza di voga rilassante. Il WaterRower Classic ci ha fatto sentire rilassati e determinati allo stesso tempo: non stai solo facendo esercizio, stai muovendo una barca attraverso l’acqua ferma.

La densa resistenza dell’acqua crea una notevole resistenza, ma sui modelli WaterRower questa è perfettamente temperata da una corda a frusta. Si avvolge e si riavvolge ad una velocità così costante che un tester ammirato ha notato come il Classic “mangia la corda durante il recupero”. Questa agilità regolare aiuta a bilanciare l’impatto del lento incontro con l’acqua all’inizio di ogni bracciata. La tendenza dell’acqua a perdere rapidamente energia è una delle ragioni per cui non è riuscita a dare un rollio costante quando abbiamo aumentato la velocità. Ma in confronto, la cinghia stentata del Fitness di primo grado non compensava affatto la significativa resistenza all’acqua.

La sensazione di guida del WaterRower Classic e del più grande e commerciale M1 HiRise è effettivamente uguale. Abbiamo scoperto che il Classic, con il suo corpo interamente in legno, offre la migliore resistenza all’acqua al miglior prezzo (300 euro in meno dell’HiRise e il prezzo più modesto di tutti i modelli in legno che abbiamo considerato). Come nel caso del Concept 2, la differenziazione tra i due è principalmente nell’altezza. Sul modello più alto, abbassarsi sul sedile è più comodo, e ci si sente meno compatti durante il recupero.

Se un sedile di facile accesso e una guida più eretta sono importanti per il vostro comfort, amiamo l’HiRise. Optare per questo modello significa sostituire il legno attraente con un alluminio più clinico, ma il lato positivo è che è molto leggero e facile da spostare. Le piccole ruote del sedile colpiscono una vite a circa metà della pista, creando una sensazione di scricchiolio ogni volta che si pedala. Il design del binario del Classic evita questa sbandata, lasciandoci con uno scivolamento liscio da davanti a dietro.

Anche se abbiamo amato il look and feel del WaterRower Classic, possiamo capire perché il Concept 2 è una macchina migliore per l’allenamento e il canottaggio intenso. Infatti, quando abbiamo portato i vogatori in acqua all’allenatore Boris, ha ridacchiato. Per la funzionalità, ha affermato che sono inutili. Anche se ammette che la bella lavorazione del legno è molto estetica. Ma ha comunque suggerito che i vogatori ad acqua offrono una sensazione di voga più realistica – ed è per questo che sono così importanti. si sta muovendo un volume d’acqua, dopo tutto, proprio come si muoverebbe una conchiglia a remi. Quando abbiamo finito i test, abbiamo scoperto che i vogatori ad acqua hanno molto più da offrire di quello che sembrano. I WaterRowers (come suggerisce il nome) hanno una presa ferma su ciò che rende il loro tipo di resistenza molto grande.

WaterRower, che dobbiamo condividere, è anche famoso per la sua apparizione nella serie politica “House of Cards”. Un cliente di Amazon ha chiesto se questo modello potrebbe aiutare anche lui a prepararsi per uno scandalo presidenziale. Non pensiamo che possa far male.

Metodo di canottaggio.

Il nostro esperto non è stato timido su quanto sia grande una sessione di canottaggio (“Non c’è assolutamente niente di meglio”), ma ha aggiunto che è necessario sapere cosa si sta facendo. Che tu stia praticando la tecnica con un allenatore o imparando dai video di YouTube, è essenziale che tu familiarizzi con la coordinazione del canottaggio per assicurarti che quello che può essere il miglior allenamento per tutto il corpo sia, in effetti, il miglior allenamento per tutto il corpo. L’allenatore Boris raccomanda i video di allenamento realizzati da Concept 2, nonché un video con due canottieri olimpici (filmato nella sua proprietà).

Ogni colpo è composto da quattro passi distinti, ma devono fondersi in un ciclo ripetitivo senza soluzione di continuità.

Siediti
Cattura Schiena dritta, ginocchia piegate, stinchi verticali, braccia a livello.
Iniziare il movimento Estensione delle gambe, impegno del nucleo, leva del corpo all’indietro

Recupera
Finitura Gambe in piena estensione, spalle leggermente dietro il bacino, mani al petto.
Recupero Ritornare alla posizione originale invertendo i passaggi precedenti.

La tecnica corretta si concentra sulle cosce, piuttosto che sulle braccia e sulla schiena: il rapporto di sforzo corretto è circa il 75% della parte inferiore del corpo e il 25% della parte superiore. Assicurati di raggiungere queste proporzioni passando attraverso le gambe e tenendo le mani rilassate sul manico.

Una grande parte della tecnica è la postura. I tutorial sul sito di Concept 2 raccomandano di immaginare il tuo profilo verticale a mezzogiorno, poi di passare dalla posizione delle ore 11 a quella delle ore 1 mentre passi dall’allenamento al recupero. Abbiamo anche sentito che un semplice giro di 5 gradi davanti e dietro farà il trucco. In entrambi i casi, la schiena si muove molto meno di quanto si pensi.

Lo sapevi?

Diventa competitivo con il canottaggio, senza bisogno di una barca.

L’indoor rowing è stato tradizionalmente considerato uno strumento fuori stagione per i vogatori all’aperto, ma dagli anni ’80, le competizioni di indoor rowing hanno portato questo sport all’interno. La madre di tutte le competizioni di canottaggio indoor è il CRASH-B Sprints che si tiene ogni anno a Boston, Massachusetts. La squadra Charles River All-Star Has-Beens è iniziata quando gli Stati Uniti hanno boicottato le Olimpiadi nel 1980. Era in quel momento che Concept 2 è uscito con il suo modello A, e la necessità ha incontrato l’opportunità. Il CRASH-B, che è stato chiamato Campionato del Mondo fino al 2017, continua ad essere organizzato con aplomb e non richiede qualifiche speciali ai suoi candidati.

I vogatori furono usati per la prima volta nella Grecia arcaica.

Chabrias, un generale militare ateniese del IV secolo a.C., inventò dei simulatori di voga in legno per i suoi vogatori inesperti. Questo ha permesso loro di imparare la tecnica e tempismo prima di salire su barche vere. E deve aver funzionato – Chabrias guidò molti attacchi navali di successo contro gli spartani.
Il canottaggio è il più antico sport intercollegiale degli Stati Uniti.

Le squadre di canottaggio furono istituite a Yale nel 1843 e ad Harvard nel 1844. La prima regata Harvard-Yale si è tenuta nel 1852. La rivalità di canottaggio tra questi college coloniali precede quella delle loro squadre di calcio, e la loro partita iconica in The Game, giocata per la prima volta nel 1875.

 

Ultimo aggiornamento 2022-08-08 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.